Dagli Stati Uniti, ricercatori monitorano Facebook per misurare il livello di Felicita’ del Paese

facebook-inside

Dopo il Pil e Bil…e’ la volta del Fil!

Un gruppo di analisti dell’ Universita’ dell’ Oregon ha messo a punto un ambizioso indicatore – lo United States Gross Happiness Index – che attraverso il monitoraggio di Facebook illustra giornalmente qual’ e’ il livello di Felicita’ della Nazione.

Il razionale del progetto verte sulla convinzione che i termini usati o cercati sul Web riflettano lo stato d’ animo degli utenti.

Conseguentemente, gli analisti hanno studiato per due anni e “nel rispetto della privacy” (assicurano…) i messaggi dei cento milioni di statunitensi iscritti al piu’ frequentato dei siti di social networking, ricavandone scoperte sicuramente interessanti anche se non…rivoluzionarie!

In accordo ai dati finali, i giorni piu’ felici sono risultati coincidenti con quelli di festa (4 Luglio, Halloween, Natale, Pasqua e 5 Novembre 2008, celebrazione della vittoria elettorale di Obama).

I giorni piu’ tristi sono stati invece il 22 Gennaio 2009, crollo del mercato asiatico, e 25 Giugno 2009, morte di Michael Jackson.

Il progetto pare essere un primo tentativo che anticipera’ altre ricerche simili, piu’ sofisticate in quanto a metodologia e comunque accomunate dalla volonta’ di individuare indicatori alternativi all’ ormai troppo limitante Pil.

Tra i tanti, trovo particolarmente assennato il commento di Domenico su Ninja Marketing

“Ma chi e’ che si prende la briga di definire semanticamente che cos’ e’ la Felicita’ e che cos’ e’ la Tristezza?”

Voi che ne pensate?

Simone Di Gregorio


2 Responses to “Dagli Stati Uniti, ricercatori monitorano Facebook per misurare il livello di Felicita’ del Paese”


  1. 1 Luca Taddei mercoledì, 4 novembre , 2009 alle 1:30 pm

    Questo indice si sposa bene con lo spirito americano: fin dalla Dichiarazione d’Indipendenza gli Stati Uniti d’America riconoscono fra i Diritti inalienabili dell’uomo, oltre alla Vita e alla Libertà, anche la ricerca della Felicità che è poi alla base del mito e del sogno americano.
    Il progetto dell’Università dell’Oregon è sicuramente un altro modo di rispondere all’inefficacia del PIL a cogliere quegli elementi immateriali che costruiscono il benessere! E’ in fondo questo il problema principale e più limitante del PIL: essere troppo pratico, in un certo senso sbrigativo, e di non prendere in considerazione quegli elementi soft che contribuiscono invece al percezione del benessere e della felicità.
    Certo che costruire un termometro della felicità e cercare di misurarla come si misura la febbre o la pressione del sangue non è che sembri così tanto funzionale!!!

    L.T.

  2. 2 simon mercoledì, 4 novembre , 2009 alle 3:42 pm

    Bello il riferimento alla Costituzione!
    Di fatto è senza dubbio vero che l’ attenzione per la Felicità, in un’ accezzione aperta e democratica, ha radici tipicamente americane.
    Intravedo in questo progetto qualcosa di interessante, che prende seriamente in considerazione i social media come parte della Realtà stessa, e non più mondo parallelo.
    Però è ancora un pò grezzo…aspetto con curiosità, se mai davvero ci saranno, evoluzioni più sofisticate!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




ilcomunicatore

PENSARE COMUNICAZIONE PER FARE COMUNICAZIONE

luca.taddei@gmail.com

ilcomunicatore è il blog di riflessione, discussione, condivisione sul mondo del marketing & comunicazione

Contatori

This blog is listed

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Career & Job Blogs -  Blog Catalog Blog Directory blog search directory Blog-Show la vetrina italiana dei blog! MigliorBlog.it
Add to Technorati Favorites

Creative Commons

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: