il carisma di Gandhi e la comunicazione etica di Telecom Italia

“Oggi Telecom Italia ricorda e ripropone un messaggio di Gandhi sulla convivenza tra i popoli. Il primo, grande tema su cui ti invitiamo a riflettere e comunicare. Perchè comunicare è vivere.” ( tratto dal sito avoicomunicare.myblog.it )

Partiva così quest’estate l’avventura del progetto di comunicazione di Telecom Italia Avoicomunicare.it, riproponendo quel legame pubblicitario tra il carisma di Gandhi e il colosso delle telecomunicazioni italiano, che tanto successo aveva avuto nel 2004 ( se non ricordate lo spot, guardatelo qui ).

La nuova campagna di pubblicità istituzionale di Telecom Italia è partita alla grande e, sebbene si presenti come la diretta continuazione della campagna del 2004, presenta alcune novità interessanti soprattutto per chi si occupa di comunicazione. E’ da sottolineare infatti il sapiente passaggio tra diversi media, dalla televisione con degli ottimi commercial che invitano a seguire la campagna sulla carta stampata e soprattutto sul web.

Una delle novità più interessanti di questa campagna di Telecom Italia, almeno nel panorama italiano, è il forte ruolo attribuito al web, e in particolare allo strumento del blog, per rafforzare il noto brand italiano della telefonia e ancorarlo a una forte identità etica.

Il progetto è ben realizzato e sta riscuotendo un buon seguito.

Date un’occhiata al sito e giudicate voi stessi.

Luca Taddei

6 Responses to “il carisma di Gandhi e la comunicazione etica di Telecom Italia”


  1. 1 Hamlet martedì, 30 settembre , 2008 alle 10:40 am

    Lo spot del 2004 (realizzato da Spike Lee) è molto bello ma è difficile parlare di comunicazione etica visto che lo spot è tutto basato su una manipolazione del discorso di Gandhi, vedi:
    http://attivissimo.blogspot.com/2004/10/ixt-curiosit-ma-che-cavolo-dice-gandhi.html

  2. 2 simone martedì, 30 settembre , 2008 alle 2:38 pm

    Telecom ci ha abituato a progetti di comunicazione innovativi e d’ impatto; e anche in questo caso non ci ha deluso.
    Condivisione é la parola chiave di una iniziativa che sta riscuotendo un’ ottimo successo e una grande partecipazione.
    E’ un chiaro esempio di uso responsabile e di qualità della comunicazione.

  3. 3 Luca Taddei giovedì, 2 ottobre , 2008 alle 8:21 pm

    @Hamlet: sono d’accordo che lo spot del 2004 sia molto bello e avevo anche letto delle manipolazioni del discorso di Gandhi.
    Comunque ritengo che si possa parlare di comunicazione etica limitatamente al fatto che si cerca di costruire la propria comunicazione, il proprio brand ispirandolo a dei valori etici. E quando si costruisce il proprio brand su dei valori etici forti, è necessario poi seguirli o almeno non entrare palesemente in contrasto con essi, pena gravi ripercussioni sulla propria immagine.
    Ma questo non sta succedendo con Telecom Italia, il cui progetto di comunicazione di lunga durata basato su certi valori e sul carisma di Gandhi tutto sommato funziona bene. Vedremo in futuro.

    @Simone: Sì, sicuramente condivisione è una delle parole chiave di questa iniziativa. Ed è una condivisione intorno a dei valori etici.

    L.T.

  4. 4 Enzo domenica, 5 ottobre , 2008 alle 4:30 pm

    Perdonatemi, ma credo che l’etica comunicata da Telecom sia soltanto di facciata. Prima di comunicare valori etici, bisognerebbe averli nel DNA, e non credo proprio sia il caso dell’ex monopolista, a cominciare dai noti dossier sulle intercettazioni da parte di Tavaroli, ecc, per non parlare delle truffe con le numerazioni speciali (166, 144…) e di Tronchietti Provera che ha svenduto il patrimonio immobiliare di Telecom alla sua Pirelli RE.

    Se è questa la comunicazione etica in Italia…

  5. 5 Fabio sabato, 25 ottobre , 2008 alle 11:06 pm

    A Enzo: perchè credevi che le grandi aziende mettessero in piedi delle campagne di comunicazione sociale così, per altruismo?!

  6. 6 Luca Taddei domenica, 26 ottobre , 2008 alle 2:54 pm

    @Enzo: Non entro del merito delle questioni a cui hai accennato, sarebbe quasi impossibile in questa sede.
    Il punto centrale di questo post è stato semplicemente quello di sottolineare come la comunicazione di Telecom Italia si sia ancorata fermamente a certi valori etici.
    Parliamo di comunicazione e non del comportamento etico effettivo dell’azienda. Per valutare questo, non possiamo limitarci ovviamente a una campagna di comunicazione.
    E’ vero che l’azienda sta puntando ad ancorare la propria immagine a certi valori. Detto questo, è innegabile che non bastano le parole, ma servono anche i fatti. Per questo, se la comunicazione etica di Telecom non corrisponde al sua reale comportamento etico, credo che non tarderanno a vedersi conseguenze negative.
    Vedremo, ma non mi sento di giudicare nettamente il comportamento etico di un’azienda senza conoscerne la reale situazione, cosa peraltro molto difficile da fare.
    A presto Enzo. Un saluto.

    @Fabio: Ciao Fabio, quello che dici molto spesso è purtroppo vero, comunque si dovrebbe incominciare a giudicare con severità certi comportamenti scorretti da parte delle aziende o da parte di altri soggetti. Altrimenti ne rischiamo tutti e l’attuale crisi mondiale ne è un pesante esempio.

    L.T.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




ilcomunicatore

PENSARE COMUNICAZIONE PER FARE COMUNICAZIONE

luca.taddei@gmail.com

ilcomunicatore è il blog di riflessione, discussione, condivisione sul mondo del marketing & comunicazione

Contatori

This blog is listed

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Career & Job Blogs -  Blog Catalog Blog Directory blog search directory Blog-Show la vetrina italiana dei blog! MigliorBlog.it
Add to Technorati Favorites

Creative Commons

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: