Nastro Azzurro: azione di guerrilla a Milano

“C’è più gusto ad essere italiani” ( payoff del brand Nastro Azzurro )

Il Salone Internazionale del Mobile di Milano quest’anno è stato molto positivo anche nella qualità della comunicazione. E speriamo che il tutto si ripeta anche nei prossimi anni. Da parte mia tifo per la sostituzione di Mobile con Design: dal punto di vista comunicativo farebbe sicuramente tutto un altro effetto. E in comunicazione i nomi contano.

Comunque, detto questo, sono da segnalare ( e infatti ringrazio per la segnalazione Albyn00 ) sono anche le attività parallele, per così dire collaterali, di marketing che si sono succedute nei giorni di attività del Salone, e sicuramente fra queste spicca l’azione di guerrilla marketing di Nastro Azzurro, brand che si caratterizza sempre per una comunicazione di grande qualità e creatività.

A seguire vi propongo alcune foto per farvi un’idea di questa guerrilla action ( qui ne trovate molte di più e qui trovate un interessante video ):

Accanto a queste istallazioni, Nastro Azzurro ha promosso, ce ne informa Crazy Marketing, un concorso di design, attività di placement come birra ufficiale di eventi esclusivi, allestimenti di vetrine e corner presso showroom di design e top outlet milanesi, proiezioni itineranti e una campagna Atl a supporto.

Che dire di più? La guerrilla piace, soprattutto se fatta con professionalità e con creatività.

A me questa azione di guerrilla piace e a voi?

Luca Taddei.

6 Responses to “Nastro Azzurro: azione di guerrilla a Milano”


  1. 1 Hamlet lunedì, 5 maggio , 2008 alle 2:36 pm

    anche questo
    http://hopersoleo.wordpress.com/
    dovrebbe essere guerrilla marketing (o forse un semplice scherzo?)

  2. 2 salpetti lunedì, 5 maggio , 2008 alle 3:59 pm

    Effettivamente bisogna riconoscere che Nastro Azzurro in quanto a comunicazione sta molto avanti…
    Gli esempi di guerrilla marketing che hai presentato ne sono la dimostrazione.
    Per rispondere alla tua domanda: anche a me piace…😉
    un caro saluto!!!

  3. 3 Luca Taddei lunedì, 5 maggio , 2008 alle 7:42 pm

    @Hamlet: sì, è guerrilla marketing anche hopersoleo e molto ben fatta! Aspettiamo per vederne gli sviluppi!

    @Salpetti: non posso che concordare!
    Un caro saluto e a presto,

    L.T.

  4. 5 dana06 venerdì, 9 maggio , 2008 alle 8:58 am

    Stupendo il guerrilla marketing! L’ho sempre trovato stimolante e capace di colpire dritto al punto proprio per la sua capacità di stupire ed uscire dagli schemi del maketing convenzionale; in una società come quella attuale in cui siamo assuefatti da stimoli comunicativi spesso le pubblicità tendono a confondersi l’un l’atra senza riuscire ad emergere e catturare l’attenzione del pubblico mentre il guerrilla è di sicuro impatto, l’unico limite è ovviamente il ristretto target che ogni singola azione può riuscire a colpire, ma magari poi il passaparola può contribuire a fare il suo gioco…quindi grande Nastro Azzurro!

  5. 6 Luca Taddei lunedì, 12 maggio , 2008 alle 8:19 pm

    @simone: già, è anche molto elegante come azione di guerrilla!

    @dana06: la tua analisi è perfetta, cara Dana!

    L.T.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




ilcomunicatore

PENSARE COMUNICAZIONE PER FARE COMUNICAZIONE

luca.taddei@gmail.com

ilcomunicatore è il blog di riflessione, discussione, condivisione sul mondo del marketing & comunicazione

Contatori

This blog is listed

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Career & Job Blogs -  Blog Catalog Blog Directory blog search directory Blog-Show la vetrina italiana dei blog! MigliorBlog.it
Add to Technorati Favorites

Creative Commons

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: