Quegli strani manichini…

6.jpg

“Chi vive senza follia, non é così sano come crede.” (Francois De La Rochefoucauld)

Da qualche settimana lungo le strade di Varese sono comparsi dei manichini che ritraggono uomini e donne alla disperata ricerca di un singolare ingresso dentro oggetti particolari: vasi, box, colonne, tombini, ecc.

La loro presenza ha destato molta curiosità tra i cittadini del Comune che si sono lanciati nelle più svariate ipotesi: arte? resti di un qualche circo? c’ è anche chi si é spaventato pensando fossero persone reali uscite fuori di senno!

Ma qualche giorno fa é stato svelato l’ arcano: si tratta di una campagna di marketing non-convenzionale lanciata dal Centro Commerciale Belforte, molto noto in città.

Dunque, Belforte ha voluto sperimentare un percorso di comunicazione alternativo a quelli tradizionali, promuovendo il suo Centro commerciale con mezzi e strumenti più creativi e più liberi nell’ espressione.

Come sapete, nella società della comunicazione siamo subissati di messaggi e non tutti raggiungono il consumatore. Molti altri poi vengono notati solo sfuggevolmente e velocemente dimenticati.

Con questa campagna invece, Belforte ha saputo giocare con i cittadini (e la dimensione ludica é una componente importante della vita postmoderna!), creando aspettativa e coinvolgendoli in una sorta di “giallo”, senza tra l’ altro far capire si trattasse di pubblicità.

E solo dopo si é rivelata mostrando il prioprio marchio, che sono sicuro abbia in questo modo incrementato la sua dose di simpatia!

Da notare il pay-off, “C’ entro dentro”, che richiama (anche se sarebe stato difficile coglierlo!) il coinvolgimento del Centro Commerciale – a Varese un importante luogo di socialità, con eventi, spettacoli, manifestazioni varie – così come “la voglia di entrarci”!

Insomma, una bella campagna. Diversa da quelle a cui il mondo della distribuzione ci ha abituati.

Qui trovate ulteriori notizie e avete la possibilità di vedere le installazioni apparse in città.

Che ve ne pare?

SimoDG

9 Responses to “Quegli strani manichini…”


  1. 1 baldo domenica, 30 marzo , 2008 alle 10:26 pm

    bella l’idea… a te è piaciuta veramente molto a giudicare dalla quantità di grassetto nel post🙂

  2. 2 simone lunedì, 31 marzo , 2008 alle 10:27 am

    @ Baldo: sì…molto!E mi piace ancora di più che un Centro commerciale italianissimo, di una città che non é tra le solite note, dimostri di aver appreso non solo il valore della comunicazione ma anche la necessità di idee nuove e più coinvolgenti!

  3. 3 MAtt martedì, 1 aprile , 2008 alle 1:49 pm

    Guerrilla MKTG! sorprendi ed incuriosisci il tuo target facendolo magari divertire e senza smaronarlo con i soliti volantini o cartelloni o altro… è una buona idea.

  4. 4 simone martedì, 1 aprile , 2008 alle 3:05 pm

    @ MAtt: già, Guerrilla Marketing! E’ un volto ormai centrale della comunicazione moderna e fino ad ora foriero di belle e originali idee.
    Proprio per questo da qui in avanti ce ne occuperemo con più continuità!
    Un saluto MAtt!!

  5. 5 Luca Taddei martedì, 1 aprile , 2008 alle 7:12 pm

    @simone: lo sviluppo della consapevolezza della comunicazione a partire dai piccoli centri e dalle piccole e medie imprese italiane è la sfida che si deve vincere in questi anni. Esempi come questi dimostrano che si sono fatti passi in avanti.

    @MAtt: Guerrilla MKTG è ancora un po’ sottotono qui da noi, ci dovremmo dare da fare, MAtt!

    L.T.

  6. 6 simone martedì, 1 aprile , 2008 alle 8:24 pm

    @ Luca: già, come sai mi sto occupando dell’ universo della piccola impresa italiana e devo dire che a fronte di molte componenti virtuose, sul fronte della comunicazione siamo un pò indietro! Anche perchè é difficile, se mancano soldi, professionalità, brand forti.
    Ma forse queste nuove forme di marketing possono venire incontro alle esigenze della piccola realtà e soprattutto alle poche risorse disponibili!

  7. 7 MAtt mercoledì, 2 aprile , 2008 alle 11:13 pm

    Bisogna darsi da fare si! Tra poco inizio un master in pubblicità, dentro una vera agenzia di pubblicità, nel programma c’è anche la realizzazione di vari progetti di guerrilla… un saluto ragazzi!

    MAtt

  8. 8 simone giovedì, 3 aprile , 2008 alle 4:14 pm

    Che bello!In bocca al lupo!Allora tienici informti sui tuoi progetti e aspettiamo il tuo contributo quando torneremo a parlare di Guerrilla!


  1. 1 Esserincomunicazione » IL PRIMO GUERRILLA NON SI SCORDA MAI. Trackback su lunedì, 22 giugno , 2009 alle 9:47 am

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




ilcomunicatore

PENSARE COMUNICAZIONE PER FARE COMUNICAZIONE

luca.taddei@gmail.com

ilcomunicatore è il blog di riflessione, discussione, condivisione sul mondo del marketing & comunicazione

Contatori

This blog is listed

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Career & Job Blogs -  Blog Catalog Blog Directory blog search directory Blog-Show la vetrina italiana dei blog! MigliorBlog.it
Add to Technorati Favorites

Creative Commons

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: