spazio alla creatività: GiornaleWEB

Per il nostro spazio alla creatività presentiamo GiornaleWEB.

giornaleweb.jpg

GiornaleWEB è una rivista on-line, un vero e proprio giornale con notizie, interviste e rubriche di approfondimento.

E se in un’intervista di pochi mesi fa Arthur Sulzberger, l’editore del New York Times, ha dichiarato: <<Non so se tra cinque anni stamperemo ancora il nostro quotidiano, e sinceramente non me ne importa nulla. Internet è un posto meraviglioso, e lì noi siamo i leader>>, di certo noi, nel nostro piccolo, non possiamo che essere interessati ad iniziative di giornalismo sulla rete.

Il Direttore editoriale della nuova rivista on-line è Marcello Intotero Falcone, di cui vi segnalo anche il blog.

E su GiornaleWEB troverete anche Pros & Coms, una rubrica sulla comunicazione & marketing che partirà a fine mese e che sarà diretta e coordinata dal sottoscritto.

Che ve ne pare?

Luca Taddei.

25 Responses to “spazio alla creatività: GiornaleWEB”


  1. 1 simone domenica, 13 gennaio , 2008 alle 9:10 pm

    E’ una bella iniziativa, il giornale é interessante, ricco di contenuti e con buone prospettive.
    Saremo ben lieti di parteciparvi!

  2. 2 Hamlet domenica, 13 gennaio , 2008 alle 11:06 pm

    L’editore del NYT potrà permettersi di smantellare l’edizione cartacea e lasciare la sua edizione Internet perchè ha moltissime pagine aperte ogni giorno (Qui si parlava addirittura di oltre 18 milioni di pagine viste al giorno nel Marzo 2005!
    http://tech.blorge.com/Structure:%20/2007/09/17/why-the-new-york-times-is-free/
    Ma altri editori non possono permettersi la stessa scelta perchè non hanno lo stesso numero di pagine viste.
    Per chi è interessato, ho letto un post di uno che sosteneva l’abolizione dell’ordine dei giornalisti
    http://www.altrifatti.altervista.org/?p=241
    Sono assolutamente d’accordo, ma ritengo sbagliato pensare che i giornali siano inutili: i contenuti non si creano da soli e qualcuno deve pagarli. Se leggete il post sopra, potete leggere tutti i commenti che hanno generato il dibattito.

  3. 3 Luca Taddei lunedì, 14 gennaio , 2008 alle 12:23 pm

    @simone: concordiamo ancora una volta!

    @Hamlet: siamo d’accordo sul fatto che ci sia chi se lo può permettere e chi no e il NYT se lo può permettere.
    Sull’Ordine ci sarebbe molto da discutere e nessuno pensa che i giornali siano inutili, almeno qui.
    Il punto è che con il digitale i giornali di carta, fatti di atomi, non sono altro che una delle possibili materializzazioni del contenuto giornalistico. Le riviste on-line ne sono un altro, fatto di bit. Insomma le possibilità di materializzazione dei contenuti sono molto più numerose che in passato e bisogna prestarvi attenzione.
    Negroponte docet.

    L.T.

  4. 4 Hamlet lunedì, 14 gennaio , 2008 alle 3:59 pm

    Si possono fare commenti “cattivi” su Giornale.web?

  5. 7 Hamlet lunedì, 14 gennaio , 2008 alle 8:54 pm

    “cattivi” non vuol dire irrispettosi!

  6. 8 salpetti lunedì, 14 gennaio , 2008 alle 9:50 pm

    Ho visto il giornale, sembra molto interessante… E’ fresco è dinamico… Complimenti!!!
    Cmq se avete bisogno di un collaboratore (aspirante giornalista pubblicista😉 ) sapete dove trovarmi… il mio curriculum è nel mio blog nella pagina “Chi sono”😉
    Un caro saluto!!!
    salpetti.wordpress.com

  7. 9 Marcello martedì, 15 gennaio , 2008 alle 6:29 am

    Ciao a tutti

    Prima di tutto voglio ringraziare di cuore Luca per l’iniziativa che ha preso nei confronti di Giornaleweb. Voglio poi dire che l’idea della rivista on-line nasce da una scommessa. Cercare di comunicare e battersela con i “pezzi da novanta”. So che posso sembrare eccessivamente entusiasta. Ma sono convinto che oggi, questo è possibile attraverso Internet. E’ un poco la teoria di Hamlet.
    Quanto meno è l’unica possibilità che ci viene offerta…o una delle poche.
    Intanto ringrazio tutti per i commenti…positivi e sopratutto quelli negativi che noto stretti tra i denti di Hamlet. Anzi gli rivolgo un invito.
    Fai dei commenti negativi, perchè la critica se è sana, aiuta a crescere. Inoltre se degna di critica, vuol dire che la nostra è una teoria seria : )

    sinceramente

    M.I. F.

    P. s: GiornaleWeb nasce anche per cercare di rompere le modalità di accesso all’Ordine dei giornalisti. Istituzione illiberale e antidemocratica. Che non esiste in nessun altro paese occidentale. Magari i giornalisti servono, ma l’Ordine? Personalmente sono per l’abolizione. Aspetto i Vs commenti… cattivi ; )

  8. 10 ale martedì, 15 gennaio , 2008 alle 10:40 pm

    Ciaooo,stò cercando di sviluppare un blog giornale in cui gli articoli sono scritti dai blogger WordPress (o al limite se non hai tempo posso scriverti io un’articolo prendendolo dal tuo blog e rimandandolo al tuo blog…).
    Avrai pure la possibilità se vuoi di crearti una tua categoria chiamandola col nome del tuo blog dove inserire i tuoi articoli.
    Il blog giornale nasce con l’intento di dare maggior visibilità al tuo blog e alla gente che cerca in rete la possibilità di trovare articoli di maggiore qualità in un’unico posto (visti i migliaia di blog che nascono ogni giorno…).
    Se ti và uno scambio link col blog giornale contattami pure.
    ti ringrazio anticipatamente e a presto
    http://www.giornale.fm

  9. 11 Hamlet martedì, 15 gennaio , 2008 alle 10:50 pm

    Marcello “per cercare di rompere le modalità di accesso all’Ordine dei giornalisti.”

    Con me, sfondi una porta aperta! L’ordine va abolito subito!

    Se vedete qui
    http://forum.studenti.it/scienze-comunicazione/613860-abolizione-ordine-giornalisti.html
    il 15 settembre scorso avevo proposto in un forum l’abolizione dell’ordine dei giornalisti (con il risultato che c’era uno che m’ha detto “sono contrario all’abolizione perchè noi di sdc dobbiamo avere la possibilità di diventare giornalisti, gli altri no”!).

    Il commento che volevo fare era semplice.
    Apro Giornale.web e su “ultime notizie” leggo:
    -Carla Bruni è già all’Eliseo e anche “incinta”
    -Polonia: entra in un Bordello e trova la moglie

    [en passant: capisco la maiuscola per Eliseo, ma perchè la maiuscola per Bordello?]

    Qualcuno mi spiega la logica che ha portato 2 fatti (uno privato,e un “microfatto” che andrebbe bene per la settimana enigmistica) a diventare 2 notizie per Giornale.web?

    Non ce l’ho con chi ha scritto quelle “notizie” (la parola l’ho messa pudicamente tra virgolette perchè per me non sono notizie), ce l’ho con chi ci ha bombardato di gossip in questi anni: alla fine del bombardamento sembra normale parlare di Carla Bruni e di un poveraccio che trova la moglie in un bordello.

    Marcello, (tutto detto con ironia, per carità), sono convinto che si possa fare informazione, ma se sai come battersela con i pezzi da novanta alla pari, fammi sapere perchè io non ne ho idea. Nel mio blog mi piacerebbe coprire le primarie americane (con persone che sono lì, non con copia/incolla), mi piacerebbe coprire l’Iraq, il Pakistan, la Cina, ma senza dinero come faccio?

    Senza offesa: se uno deve togliere audience ai media tradizionali, deve fare informazione in maniera migliore, no? Se uno parla di Carla Bruni, rischia di fare la brutta copia di Studio Aperto. Tanto vale vedere Studio Aperto, che mostra i video, invece della vostra foto.

  10. 12 simone mercoledì, 16 gennaio , 2008 alle 11:56 am

    @ ale: mi sembra un’ ottima proposta!Ti contatteremo al più presto…

  11. 13 ALESSIA G. mercoledì, 16 gennaio , 2008 alle 1:27 pm

    Luca, innanzitutto complimenti e in bocca al lupo per questa ennesima impresa che ti accingi a compiere. Sono sicura che la realizzerai al meglio, come d’altronde ogni altra in cui ti sei cimentato!

    Per quanto riguarda GiornaleWeb, congratulazioni a Marcello!
    L’iniziativa è ottima e mi piace molto anche l’impostazione grafica del web, nonchè i contenuti editoriali.
    Spero davvero possa raggiungere il successo che speri (e che meriti)e che dia un pò di filo da torcere ai famosi “pezzi da novanta”!

  12. 14 Luca Taddei mercoledì, 16 gennaio , 2008 alle 2:19 pm

    @comunicandoilsociale: grazie e crepi!

    @Hamlet: naturalmente, cattivi non vuol dire irrispettosi.
    Comunque un giornale che si rispetti deve poter parlare di tutto, anche di curiosità non troppo importanti, no?
    Per il resto lascio rispondere a Marcello, non mi metto nel mezzo!

    @Ale: concordo, ottima proposta! Ti contatto al più presto!

    @ Marcello: prego e grazie a te per l’iniziativa intelligente di GiornaleWEB, sono certo che, con l’impegno, andremo sicuramente da qualche parte! In positivo, naturalmente!
    A presto,
    qui e su GiornaleWEB!

    @salpetti: mi piacerebbe averti come collaboratore nella mia rubrica! Teniamoci in contatto!

    @Alessia G. : grazie Alessia e crepi il lupo! Grazie di nuovo per la tua stima e per la fiducia che hai in me e sai che la stima e la fiducia sono ricambiate!

    Ciao a tutti,

    L.T.

  13. 15 rocco mercoledì, 16 gennaio , 2008 alle 7:53 pm

    Ciao Luca,qualche giorno fà abbiamo fatto uno scambio link nel blogroll: nel tuo vedi che hai inserito un http in più e nn funziona…
    grazie mille

  14. 16 salpetti mercoledì, 16 gennaio , 2008 alle 8:04 pm

    Ok. Molto volentieri…
    Non solo comunicazione e marketing, anche per politica, cronaca, cultura, società, …
    Un caro saluto!!!😉

  15. 17 Luca Taddei giovedì, 17 gennaio , 2008 alle 4:24 pm

    @rocco: ok Rocco, provvedo subito! Grazie per la segnalazione!

    @salpetti: mettiti in contatto con Marcello, io mi occupo soltanto di Pros & Coms e come direttore e coordinatore della rubrica ti accolgo ben volentieri!
    Sono convinto che tu possa occuparti anche degli altri argomenti!
    A presto, qua e su GiornaleWEB

    L.T.

  16. 18 Marcello lunedì, 21 gennaio , 2008 alle 12:34 pm

    Caro Hamlet

    Hai ragione. In parte. Ma il problema è il seguente. Di un giornale online che mi leggo solo io e alri due, non ne abbiamo certo bisogno. C’è poco da dire. I media generalisti continuano a spopolare. E i contenuti che “interessano” alla massa, purtroppo, sono di questo tipo. Ti sfido a dimostrare il contrario. Io mi occupo un poco poco di comunicazione. E questi sono notizie “basse” se vuoi…ma la gente le vuole conoscere. Altrimenti perchè rifare l’ennesia edizione del grande fratello? Ovviamente poi, le rubriche a cui fai riferimento sono solo due. Di rubriche ne abbiamo 20. E i contenuti più “intellettualistici” di vario genere non mancheranno, vedrai.
    Poi come diceva Mc Luhan “il mezzo è il messaggio”. E’ Internet che fa la differenza. Sempre rispetto ai contenuti poi, noi non non siamo politicizzati e, oltretutto, non prendiamo soldi da nessuno. Siamo liberi in pratica. Cosa che i media generalisti non sono di certo.

    Per quanto mi riguarda poi la “maiuscola” sugli ariticoli….scusami ma non hai molti argomenti, non vedo perchè l’Eliseo e il Bordello dovrebbero essere messi uno con la maiuscola e l’altro con la minuscola. Bah! Se proprio ci tieni. : )

    Ciao a tutti…scusate la digressione e grazie.

    sinceramente

    Marcello

  17. 19 Hamlet lunedì, 21 gennaio , 2008 alle 1:45 pm

    ciao Marcello,
    la critica alla maiuscola era una cosa al volo, non era il punto della mia critica.
    La mia critica era:
    qual è il valore aggiunto della vostra notizia (su Carla Bruni) rispetto a ciò che è stato detto da telegiornali e giornali?
    Perchè se non c’è un valore aggiunto, il lettore legge una volta e forse non torna più perchè pensa “cosa aggiunge questa notizia rispetto a quello che ho visto al tg1?”
    Secondo me, se vogliamo erodere audience ai media generalisti, dobbiamo dare le notizie in maniera migliore, altrimente la gente continuerà a seguire loro invece che noi.

    ciao

  18. 20 Marcello lunedì, 21 gennaio , 2008 alle 8:19 pm

    Un quattordicinale è basato sull’approfondimento della notizia. Hai ragione. Non è un quotidiano. Il problema attuale è che io non ho nessuno che segua questa rubrica. Dunque mi sono limitato a dare la notizia e basta, così come gli altri. Veramente questo problema c’è su tutte le rubriche. Attualmente i collaboratori sono ancora pochi. E io non posso occuparmi di tutte le notizie. Praticamente sto giorno e notte sul sito…per ora più di così non si può fare. E non è facile dare il valore aggiunto di cui c’è bisogno. Forse un giorno troveremo un “gossippista d’assalto” heheheh. : )
    Allora avremo l’approfondimento anche su questo…è difficile però…che dirti…sono i contenuti dei collaboratori che fanno la differenza. Per ora possiamo solo cercare di dare risalto a qualcosa che gli altri non danno, o ne danno meno.
    Ci vogliono corrispondenti, intervistatori, inchieste etc.
    Spero che pian piano ci arriveremo. Del resto siamo neanche partiti si può dire.
    bah! vedremo…potrei anche toglierla la rubrica, per una migliore politica editoriale, forse è vero. Poi la riapriremo quando qualcuno potrà occuparsene meglio.

    Ciao

    ciao a tutti…: )

  19. 21 Marcello lunedì, 21 gennaio , 2008 alle 8:30 pm

    Per esempio non tutti i telegiornali hanno mandato le interviste integrali che ho ripreso per GiornaleWeb ieri al Vaticano…le hanno filmate si…ma non le hanno mandate in onda. Certamente per motivi di spazio. Le terranno in archivio. Ma a che serve? Hanno solo riportato le dichiarazioni a voce.

    Noi sì…; )…almeno quelle che ho potuto fare da solo,questo potrebbe essere un valore aggiuto.

    Anzi vi invito tutti a fare altrettanto…allora si che le cose cambiano e anche parecchio.

    In settimana ho un’intervista in esclusiva con Marco Follini…
    su questo credo di poter dare un minimo di valore aggiunto al Giornale. Non vedo altre vie per ora…: )

    ciao

  20. 22 Hamlet martedì, 22 gennaio , 2008 alle 12:14 am

    per me è fondamentale dare un valore aggiunto, altrimenti la gente continua a seguire i media “classici”
    non so cosa ne pensi, comunque se ti va, potresti prendere qualche post del mio blog (esempio quello di YouTube e la Regina) e metterlo su giornaleweb, se lo ritieni utile

    ciao

  21. 23 Marcello martedì, 22 gennaio , 2008 alle 2:35 pm

    Mandami un link…non trovo quel post…

    ciao

  22. 25 Marcello sabato, 26 gennaio , 2008 alle 2:03 pm

    Hamlet vorresti mandarmi un file con il contenuto dell’articolo sulla regina. Io non ho il tempo di mettermi a tradurre. Attendo tue nuove…

    Marcello


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




ilcomunicatore

PENSARE COMUNICAZIONE PER FARE COMUNICAZIONE

luca.taddei@gmail.com

ilcomunicatore è il blog di riflessione, discussione, condivisione sul mondo del marketing & comunicazione

Contatori

This blog is listed

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Career & Job Blogs -  Blog Catalog Blog Directory blog search directory Blog-Show la vetrina italiana dei blog! MigliorBlog.it
Add to Technorati Favorites

Creative Commons

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: