Toscani, il Natale e le magliette

normal_toscanisito261107.jpg

“Il Natale é la festività più dolce e graziosa dell’ anno che passa e con tutto ciò, quando parla, la sua voce ha ancora un grande potere.” (William John Cameron)

A Milano, il settore Moda di Palazzo Marino si é rivolto a 30 famosi personaggi del mondo dello spettacolo, della moda, dello sport e del giornalismo per personalizzare gadgets natalizi il cui ricavato sarà devoluto alle fondazioni benefiche di Inter e Milan.

La scelta é ricaduta su t-shirts personalizzate con frasi dei “celebri” aventi come tema il Natale: questi sono alcuni dei messaggi proposti…

Emilio Fede: “Sogniamo insieme ” Diego della Valle: “Un buon Natale sereno”

Letizia Moratti: “W il Natale dei bambini” Roberto Cavalli: “Babbo Natale esiste”

Oliviero Toscani: “E’ NATALE, SCOPIAMO?”

Ora, capisco che gli altri messaggi possano apparire un pò ingessati e che Provocazione é la sua musa ispiratrice, ma il motto di Toscani mi pare un tantino fuori luogo e anche volgare.

“E’ dedicata a Milano, così ingessata, non si gode più! E alla Moratti, l’ unico politico arrapante”, afferma il il controverso comunicatore.

“Secondo me le magliette andranno esaurite in tempi record”, prevede Trippi nel suo bel blog, ed io me lo auguro dato l’ intento benefico dell’ iniziativa, ma quello che mi chiedo é: c’ é una via di mezzo tra la banalità e la provocazione volgare?, si può attirare l’ attenzione senza usare parolacce o immagini raccapriccianti (e il riferimento a Nolita va da sè…), senza perdere il buon gusto?

La risposta per me é sì, e la campagna della Provincia di Firenze di cui dibattevamo tempo fa, che parla di rifiuti e spazzatura provocando con giochi di parole ed una buona dose di ironia, ne é valida dimostrazione.

La mia idea é che Toscani stia sfruttando la riserva di credibilità che tutti noi gli riconosciamo dai tempi di Benetton, per dire ciò che vuole, a proposito di qualsiasi tema, senza particolari sforzi creativi.

Forse sono troppo duro, voi che ne pensate?

SimoDG

22 Responses to “Toscani, il Natale e le magliette”


  1. 1 igniup sabato, 1 dicembre , 2007 alle 3:10 pm

    Io sono d’accordo con te.
    Forse forse passi per nolita, che ha dentro di sè un pò dell’attegiamento usato per le campagne Benetton, ma non mi sembra che le sue ultime iniziative brillino di creatività superlativa.
    Forse sono io ad essere poco recettivo nei confronti dei suoi messaggi, ma sembra a me che “pane, amore e sanità” e la campagna snai abbiano la creatività di un uovo bollito. Adesso ci si mette anche questa frase sulle magliette natalizie sulla quale ogni commento mi sembra superfluo.

  2. 2 MAtt domenica, 2 dicembre , 2007 alle 12:34 pm

    Io amo la creatività un sopra le righe, quando ci vedo dietro della genialità. Qui non c’è, e mi annoia questa provocazione. Non mi fa divertire e non perchè io voglia fare lo snob ma perchè proprio non mi dice nulla…

  3. 3 simone domenica, 2 dicembre , 2007 alle 1:33 pm

    @ MAtt: idem con patate per me!come ho detto, nelle sue ultime uscite ci leggo provocazioni fini a se stesse e poca, poca creatività. Ed in questo caso anche un tantino di volgarità.

  4. 4 salpetti domenica, 2 dicembre , 2007 alle 2:27 pm

    Sono pienamente d’accordo con al tua analisi…
    La creatività di Toscani pare che si sia esaurita. Nolita, lo spot per i 30 anni del servizio sanitario nazionale, ora questa frase fuori luogo e inappropriata…
    E’ molto probabile, come dici tu, che Toscani stia sfruttando la popolarità e la credibilità che ha avuto con Benetton per adagiarsi sugli allori…
    Voglio dire che lui ormai qualsiasi cosa faccia rimane sempre il grande Oliviero Toscani e tutti plaudono alle sue opere e alla sua creatività; per questo motivo non si sforza più di trovare elementi nuovi geniali!!!
    Cmq qualcuno inizia ad accorgersene e per lui iniziano i guai!!!😉

  5. 5 simone domenica, 2 dicembre , 2007 alle 10:40 pm

    @ salpetti: già, la campagna sul servizio sanitario nazionale…ricordo delle tue egregi riflessioni in merito!
    Sì, per i più Toscani rimane un “genio della comunicazione” e probabilmente, anzi sicuramente lo é ancora, ma dovrebbe a mio avviso sforzarsi di più..senza adagiare sugli allori…d’ altronde la credibilità é una dote che va sempre alimentata, confermata, rinnovata, momento per momento..altrimenti sfuma.

  6. 6 jo lunedì, 3 dicembre , 2007 alle 11:10 am

    Salve a tutti..sono una collega di MAtt, mi accodo alle critiche e concordo con tutti voi..
    Aggiungerei, almeno, che se Toscani fa discutere – e quindi attira l’attenzione su un fatto – gli altri siano non INGESSATI ma talmente tristi e banali che quasi offendono l’iniziativa! Rivelando che non ci sia stato il minimo sforzo di pensare…

  7. 7 lola lunedì, 3 dicembre , 2007 alle 3:19 pm

    cioa simone…scusa se scrivo un commento poco coerente con il post. mi hanno rubato il cell. hoperso il tuo numero e quello di luca. mi mandi un messagiio con il tuo numero su mio cell. il numero è sempre il solito. bacio. lola

  8. 8 trippi lunedì, 3 dicembre , 2007 alle 4:48 pm

    Che dire, grazie per la citazione. Come ho detto in altri casi, sarà come per il titolo del mio blog, molto rumore per nulla? Perchè alla fine delle campagne di toscani, che piacciano o meno, si parla sempre!!

  9. 9 dana lunedì, 3 dicembre , 2007 alle 5:14 pm

    Anche secondo me questa volta trovo che più che provocazione si tratti di cattivo gusto. E mentre per la campagna di Nolita, come mi sembra di aver già detto proprio qui commentando un vostro post, ci poteva essere il lato positivo di un’immagine così forte, ovvero far capire alle adolescenti sempre a dieta l’orrore della malattia, questa volta non vedo nulla oltre la volgarità e la dissacrazione. In una società che ha tolto buona parte di innocenza anche ai bambini con giochi e programmi di ogni tipo, “sporcare” gratuitamente anche il Natale mi sembra veramente troppo…e tutto sono io tranne che una perbenista! Inoltre se Toscani si giova a tal punto della sua popolarità, perchè usarla in maniera così banale? Credo che questa volta più che shockare abbia solo provocato sdegno e dissociazione.

  10. 10 simone lunedì, 3 dicembre , 2007 alle 6:20 pm

    @ dana: esatto, “sporcare gratuitamente il Natale”, qui di questo si tratta.

  11. 11 simone martedì, 4 dicembre , 2007 alle 8:58 am

    Ciao a tutti!
    Scusate, i vostri commenti mi erano finiti in moderazione.
    @ jo: innanzitutto benvenuto!hai ragione…come ho scritto nel post gli altri mex sono troppo gessati, banali…ma sono convinto che la banalità e la volgarità siano due estremi dentro cui si possono trovare idee originali e creative, basta uno sforzo in più.

    @ trippi: benevenuta anche a te e complimenti per il tuo blog!sì, direi che in questo caso molto rumore per nulla mi sembra appropriato!La discussione é destinata a scemare gradulmente fino a che Toscani non si inventerà qualcos’ altro!

    @ lola: sei unica!!!ti chiamo subito!

  12. 12 Flavia martedì, 4 dicembre , 2007 alle 5:59 pm

    Ho esaurito gli insulti per Toscani ormai!

  13. 13 Luca Taddei martedì, 4 dicembre , 2007 alle 6:18 pm

    @ flavia: gli fischieranno le orecchie da quanto gliene abbiamo detto!
    Ma non sono critiche fini a se stesse, io sono fermamente convinto che possa dare ancota tanto alla comunicazione italiana.

  14. 15 simone giovedì, 6 dicembre , 2007 alle 7:47 am

    @ flavia…sicuro in effetti non sono, diciamo che mi piace pensarlo!

  15. 16 Giovanna giovedì, 6 dicembre , 2007 alle 7:56 pm

    In realtà io credo che sia un Genio del Marketing, magari ha davvero ragione lui quando dice che sarebbero tutte esaurite le sue magliette. Lancio una provocazione: scusate ma chi di noi no ha mai pensato nemmeno una volta che durante il Natale

  16. 17 Giovanna giovedì, 6 dicembre , 2007 alle 7:58 pm

    essendo in due non si volesse stare insieme alla persona amata, oppure non è così, e allora è tanto strano aver detto un aovvietà?di sicuro detta in maniera volgare, e poi si dice che Natale si è tutti più buoni

  17. 18 simone giovedì, 6 dicembre , 2007 alle 9:07 pm

    Ciao Giovanna!Ho capito cosa intendi..e in effetti il tempo libero – e le cose che si possono fare con questo tempo! -sono una delle cose belle delle vacanze natalizie, ma se voleva puntare su questo poteva farlo in maniera cento volte migliore.
    E poi che cavolo il Natale é una magia, una delle poche rimasteci, é il trionfo della fantasia, delle luci, dei colori, dei regali…dice giusto Dana, cerchiamo di non sporcarlo gratuitamente.

  18. 19 Luca Taddei venerdì, 7 dicembre , 2007 alle 1:00 pm

    Ciao ragazzi, torno a difendere Toscani: non sarà fine, non sarà in linea con la magia del Natale, ma almeno ha il coraggio di proporre una provocazione che tutto sommato coglie ciò che molti pensiamo.

    L.T.

  19. 20 simone venerdì, 7 dicembre , 2007 alle 5:06 pm

    Oh non ce la faccio a farti cambiare idea su Toscani eh!
    Cmq, non vorrei fare il santerello..ma a me non mi viene in mente quell’ attività quando penso al Natale!!

  20. 21 Andrea domenica, 16 dicembre , 2007 alle 3:02 pm

    l’importante (che se ne parli in male o in bene) in questo caso era vendere quanto di più dal momento che il ricavato sarebbe andato in beneficienza.. almeno da quel che so..
    e Toscani ha fatto centro!
    é lui quello che ha ESAURITO tutte le magliette🙂

  21. 22 simone lunedì, 17 dicembre , 2007 alle 12:33 pm

    @ Andrea: benvenuto su ilcomunicatore!
    Da un punto di vista economico sono il primo a dire che se uno vende allora ha sempre ragione!Soprattutto in un caso come questo che ha a che fare con la beneficenza!
    Ma vende perchè si chiama Toscani e Toscani é “ganzo” (come si dice qui a Firenze..!) perchè é famoso e ha un certo passato o perchè le magliette erano carine?


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




ilcomunicatore

PENSARE COMUNICAZIONE PER FARE COMUNICAZIONE

luca.taddei@gmail.com

ilcomunicatore è il blog di riflessione, discussione, condivisione sul mondo del marketing & comunicazione

Contatori

This blog is listed

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Career & Job Blogs -  Blog Catalog Blog Directory blog search directory Blog-Show la vetrina italiana dei blog! MigliorBlog.it
Add to Technorati Favorites

Creative Commons

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: