nuovi partiti, nuova comunicazione: il PD.

logopd2.jpg

“Un partito non è fine a se stesso; un partito è l’organizzazione di una buona volontà che ha un certo programma con un certo spirito, che viene da concetti superiori a quelli che possono muovere la vita quotidiana ed è al servizio di una causa.” ( Alcide De Gasperi )

E‘ tempo di nuovi partiti in Italia: il PD, il Partito Democratico, e il PPL, il Partito del Popolo della Libertà.

La costruzione di nuovi partiti è un’operazione decisamente complessa in cui l’aspetto comunicativo è centrale: sappiamo quanto importante sia nei processi politici la comunicazione politica con i suoi simboli, riti e miti.

Questa centralità della comunicazione è più forte nei momenti di crisi, intendo la crisi come momento di cambiamento, ed in questo momento siamo di fronte a un periodo di crisi della politica italiana.

Le soluzioni approntate in questo momento dai principali protagonisti della politica italiana sembrano essere individuate nella costruzione di nuovi partiti.

Ho citato De Gasperi, uno dei padri fondatori della nostra Repubblica e della nostra democrazia, perchè in quelle parole ci sono i concetti fondamentali su cui un partito si deve fondare: un fine, una organizzazione, un programma, uno spirito, dei valori ( i concetti superiori a quelli che possono muovere la vita quotidiana ) , una causa.

Questi sono i contenuti di un partito che devono essere chiari e devono essere comunicati in maniera chiara e semplice per costruire una relazione di condivisione con gli elettori.

Partendo da questi presupposti necessari, bisogna andare ad analizzare e a costruire la comunicazione dei nuovi soggetti politici che nascono nel nostro Paese.

Partiamo dal Partito Democratico, che è più avanti nel suo processo di costruzione, e prendiamo in considerazione il logo presentato pochi giorni fa:

– è esteticamente piacevole e il tratto è moderno.

– è una evidente variazione del tricolore italiano. Si attinge a piene mani nelle risorse del nostro brand nazionale. Come aveva già fatto Forza Italia, tra l’altro.

richiama la sua provenienza dall’Ulivo, di cui mantiene il simbolo.

manca un contenuto ideale e simbolico politicamente forte. L’analisi di SocialDesignZine è molto interessante, competente e giusta. D’accordo anche con l’analisi di Webgol.

– il logo non è originale: lo dimostrano molti bloggers come Sbloob. Dateci un’occhiata.

Detto questo, mi sembra che ci sia ancora molto da lavorare nel Partito Democratico per ottenere una buona comunicazione del fine, dell’organizzazione, del programma, dello spirito, dei valori e della causa che sono alla base di un partito.

E voi che ne pensate?

Luca Taddei.

7 Responses to “nuovi partiti, nuova comunicazione: il PD.”


  1. 1 simone lunedì, 26 novembre , 2007 alle 11:40 am

    Bel post Luca!
    A me il logo non fa impazzire..é banale e soprattutto troppo, troppo uguale al logo scovato da Sbloob.
    Per il resto, Veltroni é un abile comunicatore, ma poco comunicativa é la sua creatura, il Pd.
    Poco comunicativa perchè é poca la chiarezza fino ad ora fatta in merito a struttura – tessera/no tessera?, congressi/no congressi? – e programmi – é dura trovare un equilibrio tra tradizioni tanto diverse.
    Dunque concordo con Luca, c’ é ancora tanto da lavorare per una buona comunicazione del Pd…

  2. 2 salpetti lunedì, 26 novembre , 2007 alle 2:20 pm

    Questo logo non è che mi piaccia un gran che. E’ banale, privo di personalità, poco originale e con uno scarso appeal comunicativo…

    Secondo me è il frutto di una dura gestazione che non ha dato un grande esito. Insomma, l’elefante ha partorito un topolino…

    Credo, infatti, che essendo il Pd fondamentalmente il frutto della fusione di 2 partiti con 2 storie diverse e a tratti opposte, si è cercato di essere il più neutrale possible per non far prevalere i simboli e la tradizione politica nè dell’uno, nè dell’altro…

    Questa corsa alla neutralità ha dato come esito un simbolo sì neutro, ma poco incisivo.

    Concordo pienamnte con voi: bisogna ancora fare molto forse osando un pò di più.

    salpetti.wordpress.com

  3. 3 simone lunedì, 26 novembre , 2007 alle 3:28 pm

    @ salpetti: ottima analisi. Hai ragione, questa neutralità potrebbe essere stata ricercata ad hoc, ma con un pessimo ritorno comunicativo.
    Consiglierei ai leaders del Pd di impegnarsi per dare al partito un’ identità che sia distinta e dai contorni netti: se la comunicazione ha dietro di sè un progetto poco chiaro diventa infatti vana, controproducente.

  4. 4 MAtt lunedì, 26 novembre , 2007 alle 4:47 pm

    Lo vedrei meglio più rotondo….mah…concordo con salpetti, e cmq quel post di sbloob l’ha completamente smontato!

  5. 5 simone lunedì, 26 novembre , 2007 alle 7:05 pm

    @ MAtt: ciao bentornato su ilcomunicatore!
    Anch’ io avrei preferito più tondeggiante…e poi troppo scontato il tricolore! Giusto il richiamo alla patria ma é troppo centrale..lo ha già fatto Forza Italia…e poi manca qualsiasi idea di novità, di cambiamento, di rottura, cioé di tutte quelle cose che il Pd promette di essere!

  6. 6 Luca Taddei venerdì, 7 dicembre , 2007 alle 12:45 pm

    Sembra proprio che questo logo non piaccia tanto. Le vostre considerazioni sono davvero ottime! E’ vero, è la neutralità che sembra ricercare questo nuovo logo!
    I loghi tondeggianti sono meno adatti allo schermo televisivo, credo che la scelta della forma rettangolare sia da ricondurre a una considerazione di questo genere!

    L.T.

  7. 7 simone venerdì, 7 dicembre , 2007 alle 4:20 pm

    Hai ragione così é più televisivamente fotogenico…già me lo vedo campeggiare imponente nei mega schermi di Vespa e Mentana!
    Ma vogliamo parlare del logo “Sinistra,
    l’ Arcobaleno”….non si può vedere!!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




ilcomunicatore

PENSARE COMUNICAZIONE PER FARE COMUNICAZIONE

luca.taddei@gmail.com

ilcomunicatore è il blog di riflessione, discussione, condivisione sul mondo del marketing & comunicazione

Contatori

This blog is listed

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Career & Job Blogs -  Blog Catalog Blog Directory blog search directory Blog-Show la vetrina italiana dei blog! MigliorBlog.it
Add to Technorati Favorites

Creative Commons

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: