il museo delle email

british-library.jpg

“il ricordo è un modo d’incontrarsi” (Kahlil Gibran)

Ho il piacere di esordire parlando di un’ iniziativa curiosa ma che se ben organizzata – visti i soggetti promotori mi aspetto che lo sarà – consentirà di fissare per poi raccontare a quanti verranno dopo di noi, quelli che sono gli usi, le abitudini, le manie, i linguaggi quotidiani dell’ Uomo Postmoderno.

Qualche giorno fa la British Library, in collaborazione con la Microsoft di Bill Gates, ha incoraggiato la popolazione ad inviare al proprio indirizzo un’ e-mail, scritta o ricevuta, che non contenga cognome, indirizzi, informazioni personali e che non sia offensiva.

Scopo dell’ iniziativa – che nelle prime 24 ore ha raccolto qualche migliaio di messaggi – è quello di affiancare ai manoscritti, le riviste, i libri, i giornali, le stampe ed i disegni (son ben 150 milioni i documenti di cui la British Library oggi dispone!) un’ archivio di quella posta elettronica che nell’ ultimo decennio è diventata il principale strumento di comunicazione dell’ Occidente.

Miliardi di messaggi viaggiano oggi per il mondo digitale ma la maggior parte di questi vengono cancellati all’ istante, senza lasciare tracce: da oggi i pensieri, le parole, le frasi, le riflessioni che fanno da contenuto alle e- mail, potranno essere “donate” dai cittadini inglesi alla British Library, per contribuire a dipingere un’ affresco del nostro secolo; per raccontare il mondo attraverso le e- mail che si scambiano i suoi “abitanti”.

L’ iniziativa prende nome di “Email Britain” e si propone di costruire una Biblioteca Immateriale composta da un milione di e- mail suddivise nelle seguenti categorie: Amore, Umorismo, Proteste, Notizie, Gaffes, Spam.

Riporto a seguire il contenuto di un’ e- mail che sta a metà tra la categoria Amore e quella Umorismo:

“Buongiorno a tutti: ho deciso di sposarmi e l’ ho proposto a Claire. Ha detto sì, ci sposeremo il prossimo anno. Vi farò sapere del party.
Mi sono ispirato al grande Burt Reynolds: il matrimonio è il modo più dispendioso per l’ uomo medio di avere il bucato fatto!”

SimoDG

6 Responses to “il museo delle email”


  1. 1 L.T. mercoledì, 9 maggio , 2007 alle 10:30 pm

    Questa forma di comunicazione attraverso la rete, l’ email, semplice, veloce e gratuita, è sicuramente caratterizzante i nostri tempi e un’iniziativa di questo genere gli rende giustamente importanza e merito! E devo dire anche che gli Inglesi si sono davvero dimostrati creativi in questa iniziativa!

  2. 2 S* venerdì, 11 maggio , 2007 alle 9:15 pm

    bella segnalazione..interessante un museo delle mail..sarei curiosa di leggerle..un’idea che si adatta ai tempi che corrono e oltretutto davvero c’azzecca !!🙂

  3. 3 Vannutella sabato, 12 maggio , 2007 alle 4:06 pm

    carina com idea, ma tu pensa quanto siamo attaccati alle cose materiali, e ora stiamo diventando troppo attaccati ai dati informatici che sono immateriali,sarà la paura di scomparire e non lasciare traccia
    Giovanna

  4. 4 sestosguardo sabato, 12 maggio , 2007 alle 4:32 pm

    Ma un milione di e-mail non sono poi molte…comunque l’esperimento mi sembra molto interessante. Non so se vi è mai capitato di fermarvi alle bancherelle dell’antiquariato a leggere le vecchie cartoline postali…forse Email Britain si propone di ricreare quella memoria storica fatta di piccoli avvenimenti personali, proprio come fanno i collezionisti di quelle cartoline!

  5. 5 Simone domenica, 13 maggio , 2007 alle 10:12 pm

    @ sestosguardo…la cifra del milione di e-mail riguarda solo la prima fase, che é sperimentale. Ma dato il successo che l’ iniziativa sta già mostrando sicuramente tale cifra sarà abbondantemente superata.
    Penso che tale progetto sia stato pensato e voluto non solo per costruire una biblioteca immateriale..ma anche per “svecchiare” l’ immagine della British Library, che così facendo mostra di volersi allineare a quello Zeitgeist (Spirito del tempo!) che pone la posta elettronica quale risorsa comunicativa privilegiata..
    Per tutti questi motivi: complimeti alla British Library!

  6. 6 Siening lunedì, 14 maggio , 2007 alle 2:46 pm

    very interesting!🙂 alla prossima TRIGROTTRINO


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




ilcomunicatore

PENSARE COMUNICAZIONE PER FARE COMUNICAZIONE

luca.taddei@gmail.com

ilcomunicatore è il blog di riflessione, discussione, condivisione sul mondo del marketing & comunicazione

Contatori

This blog is listed

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Career & Job Blogs -  Blog Catalog Blog Directory blog search directory Blog-Show la vetrina italiana dei blog! MigliorBlog.it
Add to Technorati Favorites

Creative Commons

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: